BRUXISMO? DIGRIGNAMENTO DENTI? C’E’ IL BITE

Bruxismo-digrignare i denti-sfregamento-malocclusioni


Il bruxismo, ovvero il “digrignare i denti” nel corso della notte e non solo, è un problema comune e molto fastidioso e può riguardare adulti e bambini.

In pratica, consiste nel serrare involontariamente i mascellari, sfregando i denti dell’arcata superiore e quelli dell’arcata inferiore gli uni contro gli altri.

Alcune volte, il rumore prodotto dal digrignamento è talmente forte da svegliare il “bruxista” o coloro che gli stanno vicino.

Il continuo sfregamento notturno dei denti può causare numerosi problemi come il mal di testa e mal di denti stessi.

Come riconoscere il bruxismo

Il bruxismo è un problema che può provocare effetti nocivi nel tempo, occorre quindi intervenire tempestivamente. Non sempre chi soffre di bruxismo ne è consapevole, ci sono però dei sintomi fondamentali che possono contribuire ad individuare il problema:

  • Mal di testa insolito e ingiustificato.
  • Dolore alla colonna cervicale
  • Dolore o fastidio alle orecchie, oppure orecchie tappate
  • Vertigini e giramenti di testa;
  • Difficoltà nella deglutizione oppure ad aprire la bocca;
  • Denti sensibili più del solito al caldo e al freddo;


Acconsento al trattamento dei dati personali ai sensi dell’articolo 13 del d. lgs. 196/2003 - Informativa sulla privacy

Ho letto e accetto l'informativa sulla privacy

Bruxismo, le possibili cause

Digrignamento dentale-malocclusioni-gengiviti-malformazioni mandibolari –colonna vertebrale-ansia-frustazione –tensione emotiva-sforzo muscolare-mascelle

Il digrignamento dentale durante il riposo notturno può essere dovuto a patologie che riguardano direttamente l’apparato masticatorio, come malocclusioni, gengiviti e malformazioni mandibolari, o a problemi della colonna vertebrale, che possono determinare a loro volta una malocclusione. Anche lo stress, però, gioca un ruolo fondamentale nella comparsa del disturbo. Ansia, frustrazione e tensione emotiva, che non hanno modo di esprimersi e scaricarsi di giorno, infatti, possono portare a stringere le mascelle durante il sonno.

Il bite come soluzione al Bruxismo

Apparecchio resinoso-mandibole-sforzo muscolare notturno-problemi posturali-tensioni muscolari-dolori cervicali-cefalee-torcicollo-mal di schiena

Il bite dentale è un apparecchio in materiale resinoso utilizzato per il trattamento di problemi quali bruxismo, disfunzioni delle articolazioni temporo-mandibolari (ATM)o per precontatti dentali.

I bite sono in grado di diminuire l’intensità derivata dallo sforzo muscolare notturno, favorendo il rilassamento dei muscoli.

Con l’utilizzo del bite si decomprimono le articolazioni, si rilassano i muscoli e si riposiziona correttamente la mandibola risolvendo, fra l’altro, problemi posturali e conseguentemente diversi problemi ad essi correlati quali cefalee, dolori cervicali, torcicollo, formicolii alle estremità e mal di schiena.

È stato registrato che la maggior parte delle persone soggette a bruxismo presenta un allineamento scorretto delle arcate dentarie, considerato come uno dei possibili fattori scatenanti. Sfruttando i rimedi bite l’allineamento dentale sarà favorito e le tensioni muscolari del collo e della mandibola saranno ridotte, così come il bruxismo.  Se il bite dentale è stato prescritto per casi di bruxismo, va inserito prima di coricarsi, anche se può essere indossato in altre occasioni in cui si tende a digrignare i denti (per esempio quando si guida l’automobile o si pratica un’attività sportiva).

Il Bite a Velletri

Se ti capita di bruxare, ti consigliamo di rivolgerti prima possibile allo studio del dottor Agostino Ammendolia, a Velletri, per poter individuare la causa fisica del fenomeno e stabilire come risolverla. Se trascurato, infatti, il bruxismo può consumare i denti e provocare lesioni alle gengive, oltre a peggiorare un eventuale malocclusione già presente.

WhatsApp chat