Impianti dentali a Velletri

Impianti dentali – titanio – denti mancanti – chirurgia implantare


L’implantologia dentale permette di ripristinare i denti mancanti in maniera fissa e definitiva.

Grazie alla moderna implantologia praticata presso lo studio del dottor Ammendolia, è possibile ripristinare sia l’estetica che la funzione, al fine di ritrovare il benessere fisico e psicologico del paziente..

A seconda della valutazione del singolo caso, esaminando eventuali difficoltà tecniche e/o impedimenti clinici , presso lo studio del dottor Ammendolia può essere eseguita sia l’implantologia tradizionale che la moderna chirurgia implantare guidata.

Gli impianti dentali, cosa sono ?

Gli impianti dentali sono delle radici artificiali in titanio biocompatibile che si possono utilizzare per sostituire dei denti mancanti o supportare delle protesi.

Gli impianti dentali sono molto utili per sostituire denti mancanti in quanto non vanno a condizionare negativamente gli elementi dentari adiacenti come farebbe un ponte tradizionale. Sono una scelta ottimale, perché rispettano le strutture anatomiche del cavo orale,  e rappresentano ad oggi quanto di più vicino possibile ad un dente naturale.


L’implantologia può essere la corretta soluzione per denti mancanti, per denti che non possono essere salvati o per evitare protesi mobili.

Gli impianti rappresentano ormai una procedura comune e grazie all’esperienza del dottor Agostino Ammendolia nello studio di via dei Cinque Archi, è possibile inserirli anche nei casi di osso insufficiente, effettuando interventi di rigenerazione ossea.



Acconsento al trattamento dei dati personali ai sensi dell’articolo 13 del d. lgs. 196/2003 - Informativa sulla privacy

Ho letto e accetto l'informativa sulla privacy

Impianti Dentali a Velletri

Lo Studio è facilmente raggiungibile da Lariano, Aprilia, Cisterna e Lanuvio

 

Gli Impianti Dentali permettono di:

  • Masticare senza problemi
  • Sostituire i denti che mancano senza rovinare quelli naturali
  • Fornire la stessa potenza di masticazione dei denti sani e naturali
  • Evitare protesi mobili che potrebbero causare disagio o imbarazzo
  • Evitare ulteriori perdite di denti preservando anche le ossa e i tessuti orali
  • Essere puliti facilmente rispetto a ponti e protesi mobili, mantenendo un ottima igiene orale

 

Gli Impianti dentali evitano:

  • Il rischio che la protesi si possa muovere quando si ride o si starnutisce
  • Il problema del gusto innaturale che si ha mangiando con le protesi mobili
  • Alcuni problemi causati dalla perdita di tessuto osseo e di tessuto molle a causa dei denti mancanti
  • Quella strana sensazione di palato
  • Il dover limare denti naturali a volte sani per creare dei ponti

Gli impianti rappresentano ormai una procedura comune e grazie all’esperienza del dottor Agostino Ammendolia nello studio di via dei Cinque Archi, è possibile inserirli anche nei casi di osso insufficiente, effettuando interventi di rigenerazione ossea.

Dopo una prima visita diagnostica per analizzare la situazione orale ed in particolare quella ossea, il dottor Ammendolia potrà scegliere, in accordo con il paziente, la migliore procedura da seguire.

Potranno essere eseguiti singoli impianti per sostituire degli elementi persi, o effettuare dei ponti su impianti in caso di perdite multiple.

Gli impianti andranno inseriti chirurgicamente inseriti nell’osso, creando così le radici artificiali del nuovo dente.

In seguito un moncone verrà avvitato in modo indolore all’impianto ed infine una corona è cementata o avvitata sul moncone, ricreando tutta la struttura dentale.

Il dente sarà di porcellana e non sarà possibile distinguerlo dagli altri denti del paziente.

Affinchè la vite sia perfettamente integrata con l’osso possono volerci anche 4 o 5 mesi. Nel caso in cui, invece, si utilizzi la procedura di ‘carico immediato’ gli impianti saranno collocati e sarà messa la corona provvisoria subito, con la possibilità salvaguardare l’estetica ed iniziare a masticare con le dovute accortezze. Questa verrà poi sostituita successivamente con elementi definitivi, realizzati anche con materiali altamente estetici come lo zirconio.

 

Implantologia dentale – Le fasi dell’intervento

Il dottor Ammendolia valuta i volumi dell’osso tramite Tac 3D per poi inserire l’impianto ostointegrato, ossia la radice artificiale del dente. Se necessario si provvede alla ricostruzione ossea. L’intervento di posizionamento implantare dura in media meno di 1 ora. Al termine del posizionamento della vite si posizionano delle suture che verranno rimosse dopo 10-15 giorni.

Dopo aver posizionato la vite, nei casi di carico differito, occorre attendere 3-4 mesi per permettere il processo chiamato di ostoeintegrazione, processo in cui l’impianto si fonde con l’osso circostante.

A questo punto è possibile procedere al posizionamento della “corona” ossia della parte del dente visibile. Dopo scansione ad alta precisione delle arcate dentarie, compresa quella antagonista, verrà realizzato un elemento provvisorio.

Una volta verificata la congruità e la maturazione dei tessuti si procederà al posizionamento della corona definitiva, rivestita in ceramica, valutandone forma, colore e occlusione.

Se le prove saranno di esito positivo si provvederà alla cementazione definitiva della corona.

 

Impianti dentali – La procedura è dolorosa ?

E’ una domanda comune e molti pazienti sono preoccupati dal possibile dolore o dal fatto di dover inserire qualcosa di artificiale in bocca. La maggior parte dei nostri pazienti riferiscono pochissimo o spesso nessun dolore dopo la procedura. In realtà, molti pazienti non hanno bisogno di ricorrere neanche agli antidolorifici, se non in un primo momento. devono utilizzare neanche antidolorifici e/o antibiotici.

 

Implantologia Dentale – Quali sono le complicanze ?

La paura più grande della maggior parte dei pazienti è quella del rigetto.

Chiariamo subito che essendo l’impianto in titanio, materiale estremamente biocompatibile, il nostro corpo non lo rigetterà.

Quello che può accadere è che l’impianto non si fonda con l’osso, ovvero non raggiunga una corretta osteointegrazione.

In questo caso sarà necessario rimuovere l’impianto, aspettare che l’osso guarisca e procedere di nuovo con un nuovo impianto.

WhatsApp chat